Vorrei ma…non posso!!!

Siamo alle solite…al déjà vu per me…per altri invece siamo addirittura al panico…inteso come andamento dei mercati.

“Vorrei ma non posso…da sempre una frase a metà tra la verità e l’ipocrisia…con ogni probabilità quest’ultima è sempre in leggero vantaggio sulla prima.

Ma vediamo chi è che oggi potrebbe scandire questa frase a ragion veduta, ovviamente condita con una buona dose di ipocrisia:

Vorrei ma non posso…alzare i tassi di interesse, perchè farlo ora sarebbe come gettare benzina sul fuoco dei mercati che già di per sè sono piuttosto caldi…Janet Yellen, governatrice della FED, che da oltre 6 mesi va promettendo il primo rialzo tassi in USA dopo 7 anni di tassi a zero.

Vorrei ma non posso…che sorridere ad un PIL USA a +3% per il secondo trimestre, dopo un deludente primo trimestre a +0,6%; dato uscito proprio a ridosso del simposio dei banchieri centrali che si tiene in questi giorni a Jackson Hole. l’America va a quanto pare.

Vorrei ma non posso…più crescere al 7% annuo come vi ho fatto credere sino a ieri l’altro, sembra farci intendere ogni giorno la Cina, che come tutto e tutti, dopo 25 anni di crescita esponenziale, va incontro alla sua maturità economica e forse che forse potrà tenere un ritmo di crescita intorno al 4-5% annuo se va bene, c’est la vie mon amour.

Vorrei ma non posso…gettare altre centinaia di miliardi di Yuan nella mie borse, per sostenerle, falsarle e farle salire verso l’infinito e oltre…dice il Governo di Pechino…giusto per provare a far credere ai miei impreparati e increduli cittadini che possono continuare a comprare azioni (A shares) perchè quello è il migliore investimento attualmente possibile in Cina, molto meglio dell’immobiliare. Nel contempo dimostrare a tutto il resto del mondo che il governo cinese è dannatamente determinato in quello che fa, cioè intervenendo decisamente troppo e male a sostegno delle proprie borse, ripeto...troppo e male, perdendo di credibilità. Per come la vedo io, un mercato dominato dagli eccessi come quello cinese, deve giocoforza riassorbire gli stessi in assoluta libertà, senza ingerenze governative, che non servono assolutamente a nulla, anzi, sono persino più dannose come è stato ampiamente dimostrato.

Vorrei ma non posso…credere che con le ripetute svalutazioni dello Yuan da parte della Cina e del sempre più probabile rinvio del rialzo dei tassi USA al 2016, in tutto questo contesto a farne le spese sia ancora una volta l’ che puntualmente si apprezza verso $, Yuan e monete emergenti, con l’ovvio problema inerente all’export, di cui l’Europa vive. Oltre al fatto che con queste mosse monetarie da parte di Cina e USA, il nostro QE da 60mld al mese di acquisti di titoli da parte della BCE ha molto meno impatto e rischia di essere parzialmente vanificato, come per altro Draghi non ha esitato a dichiarare una decina di giorni fa.

Vorrei ma non posso…continuare a scrivervi che con questa politica senza senso dei tassi a zero, imposta e perpetuata da tutte le Banche Centrali, quello a cui stiamo assistendo in questo “caldo” mese di agosto è solo il primo effetto collaterale e che dovremo abituarci a vedere mercati che periodicamente stornano pesantemente, vanificando quanto di buono fatto nei mesi precedenti, per buona pace di chi crede ancora ai cicli economici.

Vorrei ma non posso…invitarvi a non farvi prendere dal panico, anche se capisco che quando in pochi giorni i mercati azionari perdono il 20% risulta piuttosto difficile rimanere calmi e senzienti; se poi a questo aggiungiamo l’immancabile pressapochismo doloso dei mass media, il gioco è fatto. Del resto chi meglio di loro riesce a dipingere una realtà che non esiste?…prima, per mesi hanno titolato e incentivato i risparmiatori ad esporsi sul mercato azionario, come unica soluzione per avere un rendimento certo, e ci mancherebbe altro che non lo fosse…poi come da tradizione, non appena i mercati cambiano, ecco che subito vomitano scenari da incubo, urlando al mondo che il mondo crolla e si salvi chi può, ripetendolo all’infinito, per spaventare più gente possibile e indurla a comportamenti irrazionali, salvo poi non farne quasi menzione nei giorni successivi quando i mercati rimbalzano altrettanto poderosamente…ma questo non conta, meglio pensare al grande ritorno di Balotelli.

Vorrei ma non posso…darvi una spiegazione plausibile al fatto che nei giorni bui dei mercati tutto è crollato, che si è venduto pesantemente, ancora una volta senza distinzione alcuna, che fossero azioni, obbligazioni, titoli di stato, valute e materie prime…si svende tutto signori!!!…affrettatevi a svendere che del doman non vè certezza!!! Quindi anche questa perfetta correlazione nel crollo delle quotazioni di tutti gli asset, finanziari e non, è riassumibile nel concetto che grazie alla liquidità mostruosa messa a disposizione dalla Banche Centrali, fiumi di denaro sono andati a gonfiare i prezzi di tutti gli asset di investimento, portando molti di questi a valori non congrui e quindi speculativi, con conseguenti violente ripercussioni sui prezzi non appena i mercati si innervosiscono.

Vorrei ma non posso…ricordarvi che un anno fa il petrolio quotava 120$ e oggi quota 40$, o se preferite che l’oro quota 1.150$ contro i 1.900$ del 2011, quindi solo 4 anni fa…idem il rame e tutte le altre commodities; questo perchè nonostante siamo oltre 7 miliardi di persone, siamo in over-produzione di materie prime e il loro consumo è crollato negli ultimi anni, soprattutto nella componente energia.

Vorrei ma non posso…credere che ogni giorno che passa, aumenta in me l’idea che la politica dei tassi a zero…della creazione di denaro dal nulla, cioè del continuo sostegno ai mercati e alle economie da parte delle Banche Centrali, possa diventare la “normalità” per sempre.

Vorrei ma non posso…convincervi che dovrete cambiare modo di pensare, di vivere e di relazionarvi con i vostri investimenti, accettando il fatto che se volete andare alla ricerca di un rendimento che non sia 0%, dovrete armarvi di molta più pazienza e tolleranza alla volatilità, anche accentuata, rispetto al recente passato, perchè quello è il passato e quindi non tornerà.

Vorrei ma non posso…dirvi quello che volete sentirvi dire…ovvero che non ci sono problemi sui mercati…ma per quello ci sono gli specialisti del settore, le banche.

Vorrei ma non posso…avere la bacchetta magica…o più semplicemente dirvi che sarà facile da qui in avanti.

 

 

Due grafici due…per ridere, o se non altro per non piangere: prima il grafico della borsa di Shanghai, dove a distanza di 12 mesi, quindi parliamo di un periodo di investimento molto breve, un investitore avesse comprato azioni, ad oggi nonostante il poderoso “crollo” avvenuto da giugno a ieri, ecco che quell’investitore avrebbe comunque una performance positiva pari al +48%…alla faccia del crollo!!!

Il secondo è il grafico del BTP a breve scadenza, dove il BTP è  la madre di tutti i portafogli a cui l’italiano medio si aggrappa nei momenti di paura, sconforto e panico…bene, sempre a distanza di un anno, la performance è +1%.

 

Shanghai Composite(Daily)20150828135640Short-Term Euro-BTP(Daily)20150828140606

 

Panic?…don’t panic!!!

 

Riproduzione riservata.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...