Divergent

Piccola ma doverosa premessa: come scritto nel secondo post “The Absolute Beginner” scritto alla nascita di questo blog, questo non è un blog di finanza tecnica, che usa esclusivamente linguaggio tecnico per tecnici, non è un blog di verità in tasca.

Questo è un blog, pensato, ideato e fatto con l’idea di aiutare le persone che non masticano di finanza a farsi un’idea in merito, con l’obiettivo di renderle maggiormente partecipi e più consapevoli nelle loro eventuali scelte di investimento per i propri risparmi. 

Non ho pensato a darkpool come a un blog uguale a migliaia di altri che già esistono.

 

 

Ho la fortuna di vivere in un piccolo paese di provincia, ai piedi delle colline emiliane, un posto tranquillo, a cui non manca nulla o quasi, perchè la perfezione non è di questo mondo e nemmeno la voglio, noiosa com’è, saporita come un bicchier d’acqua.

Nel mio paese, ci sono negozi, parchi, un fiume, tre piazze e quindi un centro storico, un’imponente Rocca medievale, quindici dico quindici parrucchieri, dieci Chiese e una dozzina di avvocati che lavorano a tempo pieno…segno inequivocabile di peccato, cinque dentisti, tre notai, tanti bar e troppe banche, segno di un opulenza che fu.

Come in tutti i paesi le persone si conoscono praticamente tutte, almeno all’apparenza…quindi si parte per essere il figlio di questo o di quello, o figlio del medico, del tabaccaio etc..o per quello che…la leggenda popolare vuole che abbia fatto o compiuto chissà quale impresa anche se poi non lo ha mai fatto in realtà.

Quindi è il turno di quello ricco perchè avrebbe vinto alla lotteria in gran segreto ma nessuno lo sa…come no?!?!…poi c’è quello che ha sposato la ricca ereditiera ma che è stato visto con questa e con quella…e ci si chiede come mai sia ancora sposato visto che tutto il paese lo sa?!?!…poi c’è quello che è andato all’estero a cercar fortuna e che all’estero (fuori dal paesello) si dice abbia almeno 5 figli con altrettante concubine occasionali, tutte molto belle, procaci e dannatamente attaccate ai soldi.

Come potete vedere il mio paese è del tutto simile a quello di tanti altri paesi sparsi per l’Italia, dove la leggenda regna sovrana, la chiacchiera è sempre accesa e come amo ripetere spesso…l’apparenza decora la forma…ma non inganna la sostanza.

Ammetto che non tornerei indietro per nessun motivo al mondo…da ex-cittadino, nato e cresciuto in città…di cui non ne sento assolutamente la mancanza, se non per il fascino di vederla deserta in un mattino presto di un rigido e uggioso sabato di inverno o all’alba, ancora fresca di un’afosa estate, tutto qui.

Nessuno mi ripaga di poter godere di questa semplicità umana, tipica del paese, dove il limite tra semplicità e ignoranza è più sottile e fragile di un filo di seta.

Nessuno che vive e abita in città può comprendere a pieno il valore che ha vivere nel silenzio delle 9 di sera in estate, quando solo le cicale cantano e i caprioli escono dai boschi per mangiare, oppure, del sole fucsia che sorge alle 7 di mattina in inverno e che brucia dietro alle colline, incendiando di colori impossibili da descrivere il cielo e solo per un paio di minuti.

Nessuno che vive e abita tra le fredde colonne di cemento e le calde lingue di asfalto cittadine, può vedere le lucciole che a fine maggio illuminano il piccolo stradellino che passa dietro casa mia e che si perde nel bosco, uno spettacolo che dura solo qualche sera, magia assoluta.

Bene, tra tutti questi aspetti di cui ho la fortuna di godere nella mia realtà quotidiana, ce n’è una che mi rende particolarmente felice, avere una delle poche delle poche videoteche rimaste in Italia, sopravvissute all’era di Blockbuster, alla pay-tv e alla tv-on-demand.

Il valore aggiunto è che è fornita con tutte le tipologie di film in uscita, più un immenso archivio ma, cosa ben più importante, gestita da un giovane ragazzo follemente innamorato del cinema, bingo!!!

Così non c’è sabato mattina o venerdì pomeriggio che io vada da lui per farmi consigliare su cosa vedere durante il wknd, o per noleggiare qualche film che non sono riuscito a vedere al cinema, avendo poco tempo e poca voglia per andarci, al cinema.

Poco male, perchè questa è una gran comodità e anche perchè spesso nelle multi-sale moderne non proiettano tutti i film in uscita, dando giustamente precedenza alle pellicole commercialmente più promettenti, per buona pace della cultura ma con grande soddisfazione del botteghino.

In un anno vedrò una media di un centinaio di film, di tutti i generi, tranne quelli totalmente demenziali, categoria cine-panettone tanto per intenderci, che puntualmente sbancano i botteghini in questo periodo, il che è saliente della nostra assoluta mediocrità culturale e mi fermo qui.

Del centinaio di film che vedo in un anno, solitamente almeno una decina lasciano il segno, nel senso che mi son piaciuti molto, ma decisamente più raro è trovare un film che mi faccia saltare sul divano, vuoi per la storia che racconta,  vuoi per le emozioni che mi trasmette e per quello che mi lascia dentro una volta terminato e che mi fa dire: “che spettacolo!!!”

Qualche mese fa, il mio amico Luca della videoteca mi consigliò un film da vedere insieme con la famiglia e quindi con anche mi figlia di 8 anni, un film di fantascienza, che non è esattamente la categoria che prediligo, Divergent.

Ovviamente non vi racconterò tutto del film, ma ciò che mi ha colpito di questo film è l’assoluta assonanza con la nostra realtà umana di oggi, vista in chiave di un futuro prossimo, nemmeno troppo lontano.

L’incipit è che la società umana è divisa in fazioni: Abneganti, Eruditi, Intrepidi, Candidi e Pacifici.

Gli Abneganti detengono il governo delle società, gli Intrepidi gestiscono l’esercito e l’ordine pubblico tramite la polizia, gli Eruditi il sapere assoluto, mentre i Candidi e i Pacifici vivono in pace e sarcasticamente nel “loro mondo”, concedetemelo.

Il fatto di aver suddiviso la Società umana per categorie è quanto di più attuale e concreto vi sia oggi e forse non da oggi.

Se una Società è suddivisa per fazioni, è altrettanto ovvio che vi siano fazioni/categorie più importanti di altre e che, queste fazioni più importanti o più forti tendano a voler mantenere questa posizione predominante su quelle sottostanti, costi quel che costi, a discapito loro…loro malgrado.

Vedete, quando sin da piccoli, da bambini, poi da adolescenti e in fine da adulti ci viene data una determinata posizione in Società, non dobbiamo mai dimenticarci che questa è la posizione che ci hanno dato altri, sulla base delle regole che governano la nostra stessa Società, la quale si basa fondamentalmente su leggi, religione e consuetudini tramandate da decine e centinaia di anni.

Soprattutto non dobbiamo dimenticarci che questa “prima posizione” nella nostra fazione è quella che abbiamo oggi, ma nello stesso istante in cui questa ci viene assegnata, per merito o a torto, subito il nostro cervello lavora per migliorarla, cercando tutte le possibilità per arrivare nel più breve tempo possibile all’upgrade della categoria superiore, è natura umana, puro spirito evolutivo.

Oggi al potere…al governo della nostra Società, dovremmo avere gli Abneganti, cioè coloro che assoluta costanza, perseveranza, rispettocorrettezza e spirito di sacrificio si applicano per l’obiettivo che si sono dati, dando il loro meglio.

Chiunque si impegni totalmente, al meglio delle proprie possibilità e attitudini per raggiungere uno scopo, lecito e socialmente utile, che porti beneficio per se stesso e per gli altri che gli vivono accanto è senza dubbio un Abnegante e ha il diritto di governare la Società che abita, poichè ha dato manifestazione di capacità reali.

Per ottenere questo però, non può agire da solo, ha ovviamente bisogno di altri che al contempo facciano rispettare le regole che essi stessi, gli Abneganti hanno creato, quindi hanno bisogno di un esercito che si occupi di vigilare sul rispetto delle regole, per il bene di tutti, senza nulla chiedere in cambio, gli Intrepidi.

Gli Intrepidi sono il “braccio” degli Abneganti, o se preferite, coloro che fanno il lavoro sporco.

Abbiamo poi gli Eruditi, che in quanto tali, difficilmente tollerano l’ignoranza altrui, pena il poco elegante  e pericoloso gesto di erigersi a esseri superiori, unicamente in virtù di un intelletto maggiore, rigidamente costruito e molto ego riferito.

La categoria degli Eruditi è quella che potenzialmente tutto può e tutto non può, chiusa com’è nelle asettiche convinzioni della propria fredda formazione accademica, la quale spesso non trova piena applicazione nel mondo reale, imperfetto per definizione, abitato da persone reali, spesso poco erudite e quindi fallaci.

Più spesso accade che, gli Eruditi si sentano poco apprezzati per il loro valore, peggio non valorizzati come vorrebbero, perchè solo essi stessi sono in grado di capire a pieno il loro reale valore, basato unicamente sullo studio, conoscenza e saccenza.

Quindi può accadere e accade, che gli Eruditi cerchino giustamente di farsi spazio nella Società, ovviamente a tutto discapito delle altre fazioni, utilizzando tutti i mezzi a loro disposizione, i quali sono molto maggiori rispetto alle altre categorie in questione, altrimenti non si chiamerebbero Eruditi.

Ma cosa accade quando un Erudito deve confrontarsi, suo malgrado, con un altra persona di un’altra fazione che egli stesso reputa inferiore, in quanto non degna al suo cospetto, in quanto non Erudito?!?!

Succede che da questo confronto si passa velocemente allo scontro e, in uno scontro, uno vince e l’altro perde, soccombe.

Ah già ci sono altre due fazioni…i Candidi e i Pacifici…buon per loro, si adatteranno a quanto pensato e deciso dalle altre fazioni dominanti, del resto i Candidi abitano un mondo che non esiste…il moderno giardino dell’Eden…mentre i Pacifici, per definizione tutto concedono.

Quindi gli Eruditi, coloro che detengono la conoscenza assoluta poco si capacitano del fatto che altri, gli Abneganti in primis, detengano lo scettro del potere e che abbiano l’appoggio incondizionato degli Intrepidi.

Un Erudito che non può far valere sugli altri la propria conoscenza, le capacità intellettuali che ne derivano e quindi in un certo senso il potere in cui queste dovrebbero sfociare, ha buone ragione di essere incazzato o no!?!?!

E quindi cosa fa solitamente un Erudito incazzato?…cerca di ottenere ciò che vuole… ovvero ciò che non gli è riuscito con l’intelligenza e il sapere, cerca di ottenerlo semplicemente deviando la propria intelligenza, il sapere e le proprie conoscenze nella declinazione opposta, quella negativa.

Al giorno d’oggi si direbbe che ciò che non ottieni con le buone maniere, lo ottiene con le cattive…

Piccolo problema…di mezzo ci stanno gli Intrepidi che in quanto tali non temono nulla e nessuno e in più sono ciecamente fedeli a chi governa, agli Abneganti.

Quindi occorre “convincere” gli Intrepidi che gli Abneganti non sono quello che dicono di essere, che non sono adatti a governare e che peggio, sono il problema e quindi rimossi il prima possibile.

E chi ha le capacità di convincimento migliori se non un Erudito?

La nostra Società di oggi è proprio così, divisa per fazioni, le stesse di cui vi ho appena parlato, dove al potere ci stanno gli Abneganti, almeno sulla carta…molto sulla carta mi permetto di pensare…Abneganti che poi non sono altro che le brave persone, tutte quelle che fanno il proprio dovere nella vita, che rispettano le leggi, che pagano le tasse, che si adoperano per una Società migliore…un modo molto lineare per stare meglio tutti, senza ombra di dubbio.

Gli Intrepidi non sono che l’avanguardia degli Abneganti, cioè coloro che in barba a tutte le difficoltà, alle obiezioni, alla pessima realtà di tutti i giorni sono in prima linea, costi quel che costi…loro seguono una missione che è quella di mantenere quanto di buono costruito ed esistente sin qui creato.

Poi abbiamo i Candidi e i Pacifici che sono a traino…soprattutto di loro stessi in quanto facenti parte di un mondo a parte, quasi fuori luogo, sicuramente fuori dal contesto che ci circonda e quindi parti assenti nelle decisioni vitali che produrranno effetti futuri.

Lo so, sono stato particolarmente duro e severo nei confronti dei Candidi e dei Pacifici, ma è quello che penso e quello che penso lo dico, lo scrivo e me ne assumo la responsabilità.

Infine, last but non least, abbiamo i grandi, potenti, arroganti, determinati, lungimiranti e furbi Eruditi, ovvero tutti coloro che furbescamente si adoperano per fottere tutti gli altri, tutte le altre categorie esistenti, con le buone o con le cattive.

Gli Eruditi hanno fottutamente bisogno di affermarsi, di vincere, di conquistare il potere, di salire in cattedra…costi quel che costi, perchè solo quando avranno ottenuto tutto ciò che desiderano, avranno la piena consapevolezza di loro stessi, anche se questo avviene a totale discapito degli altri, in quanto esseri meno sapienti e quindi meno intelligenti,  inferiori e non degni di rispetto.

Vedete, tutti noi facciamo parte di una di queste fazioni, ma alcuni di noi non hanno la consapevolezza che non per forza e non necessariamente si debba essere circoscritti alla propria fazione per tutta la vita, almeno non solo a quella.

Molti di noi sono dei Divergenti, ovvero persone che sono e possono appartenere a più fazioni, quindi più eterogenei, con diverse doti e decisamente migliori sotto l’aspetto umano e sociale.

Il problema è che i Divergenti…i diversi…quelli con più qualità…e con le qualità migliori, sono di fatto i “migliori”.

Bèh sappiate che tutte queste persone, e vi assicuro che ce ne sono tantissime, ben più di quanto potete immaginare…questi Divergenti vengono costantemente attaccati, denigrati, emarginati, appestati e additati come le peggio persone che possano esistere…ovviamente non è così, ma è comodo e molto facile farlo credere, soprattutto quando il mondo è per lo più abitato da Candidi e Pacifici, che sono le categorie più diffuse oggigiorno.

I Candidi e i Pacifici tutto vogliono tranne che avere problemi…grane da risolvere o peggio, decisioni da prendere.

A loro va bene tutto…i primi in quanto candidi non capiscono le differenze, non avendole provate…in quanto Candidi non possono azzardare ciò che non gli è permesso e che esce dallo stretto confine della purezza astratta che si sono dati l’un l’altro.

I Pacifici tutto vogliono tranne che per una loro presa di posizione, il voler affermare un loro pensiero o altro, si arrivi ad un confronto o peggio uno scontro, anche se solo di pensieri e per il bene di tutti, loro compresi…non sia mai!!!

Ecco che quindi avrete intuito quanto sia facile per gli Eruditi riuscire ad avere lo scettro del potere oggi, dove il mondo è per lo più abitato da Candidi e Pacifici in senso lato, di Intrepidi ce ne sono ancora troppo pochi e quindi facilmente scoraggiabili nei loro nobili intenti.

Resta una discreta porzione di Abneganti, sempre meno però, perchè sempre più delusi dalla realtà quotidiana che vedono tutti i giorni ripetersi; realtà dominata senza soluzione di continuità dagli “Eruditi” che ovviamente cercano di sopprimere le qualità divergenti che casomai dovessero emergere.

In finanza si ha una divergenza quando al movimento dei prezzi, per esempio un indice azionario, corrisponde un movimento in senso opposto del suo indicatore, ad esempio i volumi di scambio che accompagnano il movimento dell’indice in questione:

se un indice di borsa chiude a +1% ma i volumi sono decrescenti ecco che si ha una divergenza, rialzista in questo caso.

Anche in finanza la divergenza è vista come sintomo negativo, di qualcosa che non va, che non porta (porterebbe) nulla di buono per il proseguio, specialmente nell’esempio appena fatto.

Quindi a chi conviene essere un Divergente?…nessuno ti vuole, tutti ti temono, in quanto diverso e non omologato.

Omologato a chi?…a cosa?…e perchè per forza?

Vedete, noi umani o comunque la stra-grande maggioranza di noi, ha un bisogno interiore, mentale, fisico e spirituale fatto di certezze, di credere per forza in qualcosa e soprattutto in qualcuno che è più forte di noi e che ci infonde forza e conforto; molti di noi hanno bisogno di costruirsi un Bignami fatto di Dogmi, di cui molti improbabili e comunque non provati.

E non mi sto riferendo unicamente alla Religione, allargate il campo anche altrove.

E’ la natura umana che è poi la nostra debolezza principale, nel nome della quale compiamo la nostra vita e molto spesso azioni non proprio degne di ciò che dovremmo essere: l’animale più evoluto sul pianeta.

Ah già i mercati…che volete che vi dica, mai come in questo momento ritengo sia logico usare la logica, cioè investire su mercati e asset che hanno ancora possibilità di rendimento da offrire, non da domani certo, ma per i prox mesi e 2-3 anni, quindi è piuttosto semplice: guardarsi in giro, non concentrare troppi soldi su ciò che non ha più nulla da dare in termini di rendimento e diversificare altrove, accettando l’inevitabile volatilità che deriverà dalle nostre scelte, del resto mica tutti i giorni splende il sole, ma nemmeno può piovere per sempre, anzi, il mondo è grande e non è tutto qui, fatevene una ragione.

Oppure, usate le vostre certezze, quelle che vi hanno accompagnato sin qui, ma si quelle che vi hanno insegnato in banca, in TV e al bar, tanto sono più o meno le stesse, ma soprattutto corrispondono esattamente a ciò che volete sentirvi dire.

Quindi NON investite su quel mercato…NON investite su quei titoli…NO…quel prodotto NON fa per voi..NON azzardatevi a uscire dal seminato…NON investite in quel paese, è troppo lontano dall’Italia e se poi…

Vedete com’è facile?!?!…basta adeguarsi al loro pensiero, al Dogma indiscusso degli “Eruditi” che sono i Maestri del “NON”…da sempre, nei secoli dei secoli.

Quindi, rilassatevi e NON fate nulla, del resto CHI NON ha idee, CHI NON ha valide argomentazioni, CHI NON ha le capacità NON RIUSCIRA’ mai a fare nulla, figuriamoci a fare qualcosa per voi stessi.

Don’t believe me, just watch…

Buon 2015 a tutti.

 

 

Riproduzione riservata.

 

Qui sotto un grafico che rende il significato di divergenza, rialzista in questo caso, tra un etf azionario sulla borsa americana (S&P500) e i suoi volumi:

SPOORE

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...